tecnologie assistive

Per tre giorni, dal 27 al 30 agosto prossimi, Bologna sarà la capitale mondiale delle tecnologie assistive.

Le tecnologie assistive sono quegli strumenti che possono favorire l’integrazione individuale nell’ambiente, al fine di consentire alle persone con disabilità (fisiche, intellettive o complesse) quelle autonomie necessarie per esercitare le proprie scelte di vita quotidiana.

Esse comprendono un’ampia gamma di sistemi e ambiti di sviluppo, come ad esempio la robotica, la realtà virtuale, le interfacce cervello-computer, i sistemi di riconoscimento vocale, la comunicazione aumentativa e alternativa, la domotica, i sistemi di telecare (assistenza da remoto) e digital health (tecnologie per la salute).

La quindicesima conferenza dell’AAATE, l’Associazione Europea per lo Sviluppo delle Tecnologie Assistive, è un evento organizzato in collaborazione con l’Università di Bologna e l’AIAS Bologna Onlus, un’organizzazione di persone con disabilità che gestisce, per conto dell’USL locale, uno dei più grandi centri europei dedicato alle tecnologie per l’inclusione.

Il tema centrale dell’incontro è la tecnologia e il suo ruolo nel miglioramento della vita delle persone con disabilità (“Le sfide globali relative alle tecnologie assistive”): oltre 300 partecipanti, provenienti da più di 40 paesi, presenteranno le novità e gli esiti delle ricerche di settore.

La conferenza, inoltre, intende valorizzare il programma dell’OMS- Organizzazione Mondiale della Sanità, che mira ad estendere a tutti coloro che ne possono trarre beneficio l’accesso agli ausili (solo il 10% del bisogno mondiale di tecnologie per l’inclusione è oggi soddisfatto!).

L’importanza delle tecnologie assistive è ribadito anche nella Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità che, a partire dall’art. 4, obbliga gli Stati Parti a “intraprendere o promuovere ricerche e sviluppo e a promuovere la disponibilità e l’uso di nuove tecnologie, incluse tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ausili alla mobilità, dispositivi e tecnologie di ausilio, adatti alle persone con disabilità, dando priorità alle tecnologie dai costi più accessibili”.

Qui il programma completo della manifestazione.

Articoli Correlati

fratelliXsport

FratelliXSport, l’inclusione mette radici.


Aumentano le associazioni in campo, si moltiplicano le attività e all’orizzonte c’è la nascita di una Onlus: il percorso educativo è una realtà consolidata.

inclusione

Agosto 2019: approvato il nuovo Decreto Inclusione.


Cambia l'approccio al tema della disabilità.